ItalianoInglese

Settore alimentare

Lavorando con aziende leader del settore, abbiamo maturato un’esperienza specifica nella scelta e nella trasformazione degli acciai inox e dell’alluminio.

L’impiego di acciaio inox, oltre a essere in linea con il Decreto Ministeriale 21.3.73, aggiornato in data 27 ottobre 2009, che disciplina le tipologie di materiali consoni al contatto con gli alimenti, ben si adatta alla realizzazione dei componenti per il settore sopracitato, non solo per le caratteristiche di resistenza alla corrosione e durabilità tipica delle diverse leghe, ma anche per le proprietà igieniche, come il basso valore di ritentività batterica, che ne fanno il materiale principe nel settore alimentare.

Gli acciai inox utilizzati, a seconda delle esigenze del cliente, sono molteplici e vengono offerti con diverse rifiniture esterne:

  • satinati

  • fiorettati

  • finitura 2B (dove la lettera B sta ad indicare “bright” cioè brillanti)

  • Finitura B-A (questa designazione rappresenta la dicitura “bright annealed”, vale a dire ricottura brillante. Si tratta di una finitura realizzata per trattamento termico di ricottura che consente al materiale di non ossidarsi, mantenendo un aspetto molto lucido e brillante)